Percorso in bici nella Selva di Tarnova

Tempo Lettura: 2 min

Percorso in bici nella Selva di Tarnova

La giornata calda in pianura, mi ha spinto a cercare refrigerio in Slovenia, poco oltre il confine, a dieci km d’auto da Gorizia. Parcheggiato a Trnovo, si inforca la bicicletta per esplorare la Selva di Tarnova (Trnovski gozd). La strada asfaltata, si immerge nel bosco, su ottimo fondo appena rifatto. Si guadagna quota dolcemente e il fresco della mattina è corroborante. Si prosegue sempre seguendo le indicazioni per Lokve. Attraversato l’abitato di Nemci, dopo circa 7 km dalla partenza, si giunge sull’altipiano di Lokve (Loqua). Dopo breve sosta-rifornimento alla fontana del paese, si prosegue direzione Predmeja. La strada si incunea nell’altopiano con case ben curate ed i caratteristici orti, recintati per preservare il raccolto dalle attenzioni di caprioli e cinghiali. 

Percorso

Lasciato a destra un agriturismo dove si può acquistare dell’ottimo formaggio (Kmetija pri Ukovih), termina la strada asfaltata. Inizia qui la parte più  selvaggia del percorso, su strada bianca battuta che sale con pendenza continua nel bosco. Ci si sente ospiti della natura, tale è la maestosità della stessa. Si scollina e poi ci scende verso la radura di Mala Lazna. Tutt’intorno, abeti e verde. Da qui si dipartono diversi sentieri per raggiungere la grande grotta Paradana (Ledenica), il monte Golak ed il rifugio (Iztokova koča pod Golaki). Noi invece si prosegue seguendo le indicazioni per Predmeja. Si sale quindi ancora nel bosco per scollinare dopo circa un km. Si scende in picchiata sulla strada bianca dove al km 16,6 si prende la strada a destra direzione Čaven.

In Rifugio

Inizia una salita abbastanza impegnativa, immersi in una faggeta che si estende in tutta la sua bellezza. D’obbligo qualche sosta per prender fiato e per mangiare qualche lampone che cresce spontaneo lungo il ciglio stradale. Al suo termine, il panorama si fa più ampio verso il Nanos e la vicina Selva di Piro. Si giunge infine al  rifugio (KOČA ANTONA BAVČERJA NA ČAVNU) dove si può pranzare qualcosa. C’è un ampio prato dove potersi sdraiare al sole, un campo di pallavolo. Si rimonta in sella e ci si gode la discesa, direzione Trnovo. Ha inizio la parte finale, che ci consente di goderci a pieno la frescura del bosco di Tarnova. Respirate a pieni polmoni le essenze che riempiono l’aria.

Al km. 29 si devia per un attimo a sinistra per ammirare il panorama sulla piana di Gorizia dalla postazione lancio parapendio di Koptnik. Alziamo lo sguardo e cerchiamo nell’azzurro le vele colorate sospese nel vuoto.. Si rimonta in sella e si guadagna velocità. Gli ultimi 5 km non serve pedalare e sono davvero una goduria per gli amanti delle due ruote. Si scende in picchiata su una strada molto panoramica. Rientro al punto di partenza, contenti e sazi di tanto verde e di avere esplorato….


Un paradiso appena oltre il confine!!!


Punti di riferimento Itinerario
Km.Descrizione
0Trnovo (piazzale della chiesa)
3,7Case di Nemci
7,3Lokve
7,6Fontana a Lokve
9Fine asfalto – inizio strada bianca
11,2Scollinamento
12,2Mala Lazna
16,6Biforcazione a destra direzione Čaven
20,7Rifugio Koča Antona Bavčerja na Čavnu
29,3Koptnik (postazione lancio parapendio)
32,4Rijavci (abitato)
34Trnovo
34,3Trnovo (piazzale della chiesa)

Distanza totale: 34342 m
Altitudine massima: 1258 m
Altitudine minima: 771 m
Totale salita: 1605 m
Total time: 03:33:02
Scarica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti su “Percorso in bici nella Selva di Tarnova”