Il luogo dell'attentato a Sarajevo dal Ponte Latino nel 1914

L’attentato di Sarajevo – 1

Tempo Lettura: 1 min

L’ATTENTATO DI SARAJEVO – PROLOGO

Il 28 giugno 1914, un giovane serbo bosniaco di nome Gavrilo Princip uccise l’arciduca Francesco Ferdinando, l’erede al trono dell’Impero Austro-Ungarico e sua moglie durante una visita ufficiale nella capitale bosniaca di Sarajevo. Il duplice omicidio noto come l’attentato di Sarajevo, porto ad una escalation di fatti che condusse al Primo Conflitto Mondiale.

Princip era uno dei sei giovani pronto quel giorno ad uccidere l’arciduca. Erano idealisti fuorviati, strumenti inconsapevoli in una cospirazione più ampia che era stata architettata da un’organizzazione segreta terroristica serba nota come “Crna Ruka”, che aveva stretti legami con il dipartimento di intelligence militare serbo.

L’assassinio innescò una crisi politica internazionale che nel giro di un mese si è intensificò fino a condurre alla prima guerra mondiale. Né i giovani assassini, né i loro sostenitori più ferventi dietro le quinte, mai intesero, né avrebbero potuto prevedere, che la loro trama avrebbe avuto conseguenze così terribili, portando direttamente alla morte di milioni di persone. Di seguito propongo la traduzione di un interessante articolo scritto da Karel Margry per la rivista americana “After the Battle”. Viene riproposta, analiticamente, la cronologia degli avvenimenti,  caratterizzazione dei personaggi, con dovizia di particolari frutto, di una ricerca storica molto accurata.

Per chi vuole, su Rai Storia c’è un reportage molto interessante che trovate al seguente link

28 giugno 1914 – L’attentato di Sarajevo

> L’attentato di Sarajevo – 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *